Achille Lodovisi, nato nel 1956, storico e geografo, laureto presso l’Università di Bologna con una tesi sulla produzione ed il commercio mondiale degli armamenti. Si occupa da tempo di problematiche legate alla pace e al disarmo. In particolare si è dedicato allo studio dei dati relativi al commercio mondiale degli armamenti – con riferimento specifico alla realtà italiana – e all’analisi delle trasformazioni in atto nei sistemi di conduzione della guerra e della produzione militare-industriale. Ha scritto e scrive per le riviste ed i periodici: Conquiste del Lavoro, AltraEconomia, Avvenimenti, Giano, Guerre & Pace, Politica ed Economia, Inchiesta, Il Regno, Nigrizia, Famiglia Cristiana, Sistema Informativo a Schede dell’Archivio Disarmo, OSCAR Report, Mosaico di Pace. Nel 1996 ha preso parte ai lavori dell’European Network Against Arms Trade svoltisi a Bruxelles presso il Parlamento Europeo ed al Project on Light Weapons, promosso dal British American Security Information Council. Nel 1999 ha partecipato al progetto dell’Unione Europea KONVER finalizzato alla conversione produttiva dello Stabilimento Chimico Farmaceutico Militare di Firenze. Ha collaborato e collabora come ricercatore con il Forum per i Problemi della Pace e della Guerrra di Firenze, il Centro Studi Politica Internazionale (CESPI) di Roma, l’Archivio Disarmo, l’Osservatorio regionale sull’industria a produzione militare dell’Emilia Romagna, con l’Osservatorio sul commercio degli armamenti (Oscar) di Ires Toscana (Istituto di Ricerche Economiche e Sociali) e coopera con diverse associazioni pacifiste. Nel periodo 1993-1995 ha partecipato, come volontario di organizzazioni non governative, alla realizzazione di diversi progetti per il sostegno delle popolazioni civili vittime delle guerre nella ex Iugoslavia e, successivamente, si è dedicato alla promozione dei rapporti culturali e della reciproca conoscenza tra comunità italiane e la comunità di Mostar in Bosnia Herzegovina.