Da alcuni anni si occupa del pensiero di Gilles Deleuze. Laureatosi da poco in filosofia contemporanea con Pier Aldo Rovatti al termine di un’avventurosa tesi su Gilles Deleuze e il tema del ritornello, ha indagato le strategie di costruzione e di attraversamento dello spazio sperimentato nelle opere deleuziane, tentando di portare alla luce una zona di traduzione tra concetto, immagine e scrittura.

Attualmente si interessa alla possibilità di creare una serie di sovrapposizioni teoriche e pratiche tra il pensiero rizomatico di Deleuze e gli sviluppi più dinamici della teoria dell’ organizzazione, con particolare attenzione all’idea di trasversalità e di sviluppo a rete. Vorrebbe individuare nodi concettuali a partire dai quali connettere la flessibilità della conoscenza e le riconfigurazioni organizzative e cognitive che caratterizzano la new economy.